News

30-05-2017

Grand Prix di Bogotà, maggio 2017

Raggiunta la finale in Colombia contro l’ucraino Nikishin, Fichera si è reso protagonista di un gran gesto di correttezza sportiva, conquistando comunque l'argento. Sul punteggio di 3-2 a favore di Nikishin, gli viene riconosciuto il colpo che lo avrebbe portato alla vittoria del Grand Prix di Bogotà. Ma con grande e istintiva correttezza il nostro campione ha alzato la mano e indicato il terreno, suggerendo così al giudice che la sua spada non aveva toccato l’avversario ma la pedana, perdendo così la stoccata. L’azzurro, tra l’altro, aveva conquistato il sorteggio alla priorità, il che lo avrebbe portato alla vittoria in caso di parità. Nel suo blog Fichera non nasconde un certo stupore per il clamore destato dal suo gesto, definito "meraviglioso": "Personalmente credo che i gesti meravigliosi siano altri. Quello che ho fatto non mi ha sorpreso in alcun modo né ho mai avuto la percezione di aver fatto qualcosa di straordinario. Questo perché ho sempre impostato la mia vita schermistica su determinati valori per me fondamentali e pertanto non mi ritengo nuovo a queste cose".

Leggi di più su: (https://www.marcofichera.it/blog/80-i-gesti-meravigliosi-sono-altri-non-il-mio)

L-Triptofano nella cura della depressione lieve, nella cefalea e fibromialgia [...]

Coppa del Mondo di spada, Parigi 2017.
L'atleta olimpico Marco Fichera, sponsorizzato dalla nostra [...]

Gefarma Italia ricerca persone brillanti e appassionate, motivate a intraprendere un percorso [...]